lunedì 26 ottobre 2015

DICIAMO LA VERITA'


La verità è che non mi arrendo mai. Che quel "mettersi il cuore in pace" mi sa sempre un po' di morte. E se tu sapessi che la mia non è indifferenza, ma rabbia, forse capiresti. Che certe volte la vita è proprio puttana come poche. Credi che ci sia sempre un domani e invece alcuni se ne vanno in un attimo. La verità è che tutto cambia in un sol giorno, e tu lo sapevi. E alla fine cambi un po' anche tu. Ed è subito rivoluzione. Non sai se restare o andare. La verità è che non gli piaci abbastanza, altrimenti se gli piaci, ti chiama e ti parla. E se vuole stare con te, farà in modo che succeda a qualunque costo. Che non so esattamente cosa voglio, ma so che ogni sera dovresti dormire con me. Ma se devo chiederti di restare è meglio che tu te ne vada. E se mi allontano, non ho un altro. Sono solo stanca di vivere a metà. Che quando mi manca la serenità, sono così. Preferisco restare sola. La verità è che io non vivo mai le cose con distacco. Mi ci butto dentro, che per me non ha nemmeno senso stare distante dieci centimetri. Che onestamente io nemmeno lo volevo un cuore. Che sono sensibile. Non cogliona. E no, non sono sinonimi. La verità è che si ama da subito, ma te ne accorgi solo poi. Che resteranno i ricordi. Quelli che staranno parcheggiati nella testa, e sosteranno nel cuore. La verità è che ci sono persone che ti possono mancare fino a farti desiderare di perdere la memoria. Che a volte capita di trovare chi morde la vita come fai tu e a te inesorabilmente viene voglia di assaggiare la sua. Ma poi non può restare. La verità è che certi ricordi non vanno fotografati, perché sarà la mente a decidere quando farteli rivedere. O il cuore. Di quelli nascosti in una canzone. Che se i ricordi li nascondi, una canzone prima o poi te li trova. Perché nulla si cancellerà mai.

La verità è che nascondo molte cose dentro, perché ho paura. Che stare bene è un lusso. E se qualcuno ci fa stare così, dovremmo tenercelo stretto. Anche se sai che sarà per poco. E darei una seconda possibilità, ma solo per capire se ho sbagliato io. La verità è che pensi di avercela col mondo e in realtà ce l'hai con una persona sola e gli altri non c'entrano niente. Che l'attrazione è fisica, l'affinità è chimica. E non capirci un cazzo è matematico. Che quando puoi avere tutti ma ti concedi ad uno solo, sai che c'è di più. Che ad amare chiunque quando non si ha scelta è troppo facile. E se pensi di avere in pugno qualcuno dando per scontata la sua presenza, senza rendertene conto, l'avrai già perso. La verità è che arriva un momento in cui vuoi la qualità rispetto alla quantità. Che devi spegnere i social e WhatsApp e quando devi dire qualcosa a qualcuno devi farlo di persona. Che testa verso cuore è l'unica guerra che conosco. E se pensi di poter fare il giocatore con me, allora "piacere di conoscerti, io sono il coach". La verità è che buon viso a cattivo gioco richiede una buona dose di falsità, che non mi appartiene. Io schifo a carte scoperte. E ci sono quelle risposte che ti vengono proprio dal cuore. Una su tutte: "E allora fai come cazzo ti pare".



La verità è che perdo la testa in un attimo. Che faccio paura per tutte quelle volte che mi sento libera di dire quel che riesco a dire, guardando dritto negli occhi le persone. E forse è per questo se poi restano o se se ne vanno.  La verità è che tra il sesso e l'amore preferisco l'amore. Perché quando amo faccio il sesso più bello. E quanto sono belli gli uomini che fanno sentire una donna desiderata. La verità è che una persona che non ha il tempo per scriverti un messaggio, non troverà mai la voglia di renderti felice. Che ci innamoriamo di persone che crediamo straordinarie e poi finiscono per rivelarsi completamente ordinarie. La verità è che a volte restiamo online senza parlare, ma solo per rileggere o pensare. E sarebbe bello poter cancellare tutto e magari rifare. La verità è che se mi chiedessi "Cosa farò senza di te?", io potrei solo risponderti "Schifo". Che ci cercheremo ancora, magari la notte, che ci frega sempre. Nonostante le discussioni, ci penseremo di nascosto e il mattino dopo fingeremo di aver pensato ad altro. La verità è che io al momento sbagliato nel posto sbagliato, mi sento di aver fatto qualcosa di giusto. Che se potessi tornare indietro, prenderei la rincorsa. La verità è che quando siamo felici dovremmo farci caso. E saper essere grati.

La verità è che basta un profumo per riportarti indietro nel tempo. Come quello della farina, la pasta fatta in casa, i pomodori schiacciati sul pane caldo. Profumi che credevi dimenticati che invece hanno lasciato un segno nell'anima. Che basta un luogo. Che resta legato a qualcuno, che cambia nel tempo, ma riesci sempre a trovarci qualcosa che ti fece innamorare. La verità è che c'è stato un tempo in cui le parole non sono servite e si sono consumati baci alla luce del sole e delle stelle. Quelli che si ricordano per tutta la vita. La verità è che il miele io lo metto anche sulla pizza, e può non avere senso, ma è così e basta. Che passano gli anni ma io continuo a lasciare latte e biscotti per Babbo Natale sul tavolo della cucina. La verità è che io sono una di quelle che nove su dieci brucia tutto ciò che mette in forno. Perché ho sempre la testa tra nuvole. Ma a volte mi piace pensare di poter essere capace di mettere in tavola qualcosa che non sia tendenzialmente affumicato. La verità è che la danza mi rende una donna migliore. Perché elegantemente unisce grazia e leggerezza. Che probabilmente andrò a tatuarmi di nuovo. Magari questa volta senza poi pentirmi. E va benissimo così.


Nessun commento:

Posta un commento

Leave your love, for my happiness!! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...