mercoledì 4 marzo 2015

CHE E' OK PIANGERE, LO FA ANCHE IL CIELO


E' che tu mi sai abbracciare anche da lontano. E no, non è da tutti. Che la voglia di rivederti vince a tavolino su tutti gli innumerevoli contro e se non riesci a farne a meno forse significa che non devi farne a meno. Che le senti le persone vere. Quelle che comunque non ti lasciano. Quelle che ti scelgono lo stesso. Nonostante tutto. Nonostante la distanza. Nonostante te.
E' che tu mi chiami e mi parli come si faceva una volta. E ti viene bene. E' che mentre mi hai avuta, mi hai guardata come si guardano le cose che non si possono avere. Ed ero preparata a tutto, ma non a te. Che chi ti manca e chi ti prende in pieno, spesso, sono la stessa persona. E quello che senti, viene a cercarti, sempre. E nella migliore delle ipotesi, riesce anche a trovarti.
E' che non ti ho mai elemosinato nulla. Mi hai dai tutto prima che io te lo potessi chiedere. Ma per una volta voglio essere quella virgola che ce l'ha fatta a non diventare un punto. Che spesso la vita ti mette lontano chi senti vicino, e troppo vicino chi non potrebbe esserti più lontano. Ed è bastato un passo verso di me, per non farmi indietreggiare. Che conosco due modi per fermarmi. Rallentare o schiantarmi. E se sento la tua mancanza, hai di certo un posto importante.



E' che "volevo solo sentire la tua voce" è la telefonata più bella che ci sia.
E' che mi hai presa alla sprovvista ed è li che vorrei tornare. Che voglio essere accostata solo a ciò che posso toccare. E che permettere troppo, non è amore. E' non riuscire ad amare nemmeno se stessi.
E a volte non fidarsi è la cosa giusta. Ma a volte qualcuno è così, bello come sembra. E se ti accontenti di tanti sorrisi, qualche cicatrice di troppo e roba che crolla in continuazione, allora forse posso essere io.
E' che tutto il giorno cerco ragioni per smettere di pensarti. Al momento ne ho trovate una decina per continuare a farlo. Ma non demordo. Che sei stato un motivo bellissimo. Così come quello che mi hai regalato. E il problema inizia quando iniziano a mancarmi anche i tuoi difetti. Che alcune notti hanno ancora il tuo nome. E se bastasse la sola forza del pensiero, ti ritroveresti qui ad ogni mio respiro. Che essere l'ultimo pensiero di qualcuno prima che si addormenti è bellissimo. Se poi te lo fa sapere, è ancora meglio. Che mi hai steso con messaggi di tre righe, perchè hai il dono di arrivare dritto al cuore.
E' che ho abbassato le mie aspettative per non rimanerci male. Ma poi ci rimango male lo stesso. Che ci vuole una certa tecnica anche per far finta di niente. Che lontano è solo chi smette di cercarsi. E un tuo "mi manchi" ha il potere di spezzarmi in due. E certi legami se ne sbattono del tempo. Ma anche della distanza, della fisica, della chimica, dell'astrologia e delle previsioni meteo.
E' che devo fare un respiro profondo prima di parlarti perchè sono sempre ad un passo dal piangere. E vorrei farlo più forte che posso, se avessi la certezza che una volta smesso, non piangerò mai più per la stessa ragione. Che è ok piangere. Lo fa anche il cielo. 


Nessun commento:

Posta un commento

Leave your love, for my happiness!! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...