giovedì 23 ottobre 2014

TU CHIAMALE SE VUOI...DISTRAZIONI


Ci sono pensieri che mi tengono sveglia la notte. Quelli da cui provo a fuggire durante il giorno. Quelli che quando mi soffermo a guardarli, mi viene solo da abbassare gli occhi per contare le formiche e trattenere le lacrime. E pensare che desidero molto meno di quello che il mondo può darmi.
Voglio attenzioni. E se devo chiedertele, preferisco lasciarti alle tue distrazioni. Che puoi evitare un pensiero, con tutti gli impegni che vuoi. Per ore ed ore. Ma la sera arriva. E non arriva mai da sola.
Voglio conversazioni che mi lasciano con gli occhi assonnati e mezzi chiusi alle 2 del mattino. Non devo dare il mio numero al mondo. Io non ho bisogno di distrazioni. E potrei averne. Altrochè se potrei. E probabilmente ascolterei un sacco di belle storie e sentirei tante belle risate. E non ci sarebbe niente di male. Ma non è quello che voglio.
Non ho bisogno di toccare più vite. Voglio approfondire con poche. Che andare in largo non è come andare in profondità. E' tutta un'altra cosa.

Non voglio nemmeno forzarmi nella tua vita, che prima o poi mi lasceresti a piedi. Ma aspettare che accada qualcosa, spesso vuol dire aspettare invano. E perdersi. Tanto arriva sempre il momento in cui devi scegliere. E ora io voglio che le cose siano. Che troppo spesso ho pensato come avrebbero potuto essere. 
Amo. Anche quando non sembra. Anche quando non te l'aspetti. Anche quando credi che io non ci sia. Che non c'è da aver paura ad amare. Anche quando non posso. Anche quando tutto è difficile. Anche quando tutto fa schifo. Che poi io lo so. So anche smettere. E so andarmene. Per sempre.



Che amare non è presenza. Amare è intensità. E se capisci la differenza troppo tardi, mi perdi. E non mi trovi più. Amare anche quando tutto va male. Che siamo tutti bravi ad amare quando tutto va bene. Amare quando serve. Non quando fa comodo. Che le persone hanno un tempo. E bisogna amare quando è il tuo. L'amore non ammette distrazioni. Mille distrazioni non possono fare un amore. E più te le concedi, e più se ti manco, mi moltiplicherò attorno a te.
Che quando ti manca qualcuno puoi tenerti occupato tanto da non avere tempo di pensarci. Poi ti fermi un attimo, e lo senti subito quel vuoto. Perchè gli impegni potranno anche riempirti la testa, ma solo le persone che ami possono riempirti il cuore.

Voglio mollare la presa per un attimo e vedere te che mi stringi di più. Che le dimostrazioni di affetto stanno tutte lì. Le piccole attenzioni sono infallibili per farmi sentire unica nella tua vita. E amarmi è il gesto più eclatante.
Se mi hai dentro, fuggire è inutile. Ovunque tu sia io sarò sempre ad un millimetro dal tuo cuore. E non è che non sai più pensare ad altro che a me. E' che tutte quelle distrazioni ti portano a pensarmi di più. Che presentano sempre regolare ricevuta. Che il cuore non ammette distrazioni. Ma se ci sono, poi le deve pagare.
E magari provi a non pensarmi. Come se si potesse davvero ingannare il cuore, facendogli credere di essere cervello. Non serve un rincorrersi di distrazioni o un susseguirsi di scuse. Che poi arriva il momento in cui devi per forza fermarti. E il cuore ti esplode. Fino a farti male. Ed è di notte, che se ti manco, ti manco di più. Se di giorno trovi mille vie di fuga, di notte non hai scampo.



Nessun commento:

Posta un commento

Leave your love, for my happiness!! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...