lunedì 18 agosto 2014

QUESTA ESTATE STRANA


Ogni estate ha una sua storia. Ogni estate è eccezionale. E strana. E anche se quest'estate tarda ad arrivare, io ho già un po' paura che finisca. Per me l'estate non comincia col solstizio. Inizia solo quando la sento. Quando il sole scalda ogni cosa, fa dorare la mia pelle, fa spuntare le mie lentiggini sul naso, quelle fanno capolino già a primavera, fa schiarire i miei capelli. Estate è stare fuori fino a tardi sotto il cielo stellato e vedere tramonti mozzafiato da posti incredibili. Estate è voglia di nuovi amori, di baci salati e di incontri inaspettati. Estate è profumo di erba appena tagliata, è una calda sera in terrazzo con gli amici di sempre e la luce tremolante delle candele, è le lucciole che brillano al buio e la sensazione che la mia vita sia tutta lì, in quegli istanti.

E' estate quando senti una canzone, che te la ricorderà tutto l'anno. Ogni estate ha una canzone. E se devo dirlo con una canzone, per me è l'estate di {questa}. Che mi è entrata in testa al primo ascolto, perchè adoro ogni singola parola. Perchè è la mia storia, perchè parla di me, perchè è quello che voglio. Una di quelle canzoni che mi ha costretta a fermarmi a pensare, una di quelle che mi ha suggerito parole da scrivere, una di quelle che ascolto in auto e non scendo prima che sia finita.








































Ognuno ha la sua estate da raccontare. La mia è il vento tra i capelli, i piedi nudi, i panni lavati fuori e poi stesi al sole. Le stampe floreali, le maxi gonne, il costume intero, gli occhiali da sole e la borsa di paglia. La frutta fresca, i gelati e i frappè. E' abbandonare la città, andare al mare, sentire la sabbia tra le dita e profumare di olio di cocco. Per me estate è soprattutto la mia famiglia. Quella che si riunisce al sud, tra tanto buon cibo, tante risate e tanti ricordi. Tra il vento, il mare, il sole e la terra. Quella che mi ha vista crescere, e ho imparato ad amare. Quella che mi lascia tanto, perchè è più di tutto cuore. Ma quest'estate, è anche strana. Così pigra a scaldarsi è anche pioggia incessante, cielo grigio, aria fredda, maglioni sulle spalle nude e stivaletti. Ma resta comunque la più bella delle stagioni, per le piccole e grandi emozioni che mi ha fatto provare, le voci che mi ha fatto ascoltare, le parole che mi ha fatto leggere e i cuori che mi ha fatto vivere. 


Nessun commento:

Posta un commento

Leave your love, for my happiness!! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...